www.greciaroma.com

TERMINUS

Indice dei contenuti

Terminus era il dio dei confini e veniva rappresentato nella figura di un cippo o di un pilastro sormontato da una testa, come nel caso delle figure di Hermes lungo le strade in Grecia. Tali figure di Terminus (Hermes) erano occasionalmente sormontate dalla testa o dal busto di un altro dio, come ad esempio di Apollo o di Minerva (Atena), e in tali casi erano chiamate Hermapollo o Hermathene. Anche Pan e Priapo, entrambe divinità rurali, erano spesso rappresentate in tale forma.
Si dice che Numa Pompilio abbia eretto il primo altare a questo dio di confine, Terminus, e ne abbia istituito il suo culto tra i romani. Per abituare i suoi sudditi a rispettare i confini dei loro vicini, ordinò che fossero contrassegnati con le figure di questo dio e che si tenesse delle feste in suo onore ogni anno a febbraio. Si chiamavano Terminalia. Per l’occasione venivano adornati dei cippi con fiori e veniva offerto un sacrificio generale, accompagnato da vivaci canti.

Un sacrificio, Léon Daven, Francesco Primaticcio, acquaforte, Metropolitan Museum of Art
Un sacrificio, Léon Daven, Francesco Primaticcio, acquaforte, Metropolitan Museum of Art

POST CORRELATI

NIKE, JUST DO ITNIKE, JUST DO IT

Nike, anche Nika (antico greco νίκη: nīke, latino Victoria), è la dea della vittoria nella mitologia greca. Nike, figlia di Titano Pallante e della dea Stige, entrò nella mitologia greca